Prenotare

Escursioni a Minorca 3 (Zona Sud)

In questa terza e ultima parte della serie "Escursioni a Minorca", vi mostreremo tre itinerari poco conosciuti della costa sud di Minorca

 

 

Indice

  • Introduzione
  • Cala Rafalet
  • Spiaggia di Talis
  • Sa cova des Pardals (Son Xoriguer- Ciutadella)

 

Introduzione​

Il sud dell'isola è sempre stato il più frequentato dai visitatori, con calette e spiagge ben note come Macarella, Turqueta, Binibeca, ecc... per questo motivo, lasceremo il circuito delle spiagge affollate e ci concentreremo su tre luoghi che conservano ancora il fascino di essere poco frequentati.

 

Cala Rafalet

Durata approssimativa: 1 h. 30 min.
Difficoltà: Bassa.

 

Questo percorso ci porterà sulla costa sudorientale dell'isola e ci permetterà di scoprire una piccola e accogliente insenatura che di solito passa inosservata a molti visitatori, ma che, per la sua particolare situazione e bellezza, vale la pena di visitare.

Lasciamo Ciutadella sulla strada principale (Me-1) in direzione di Maó, città situata dall'altra parte dell'isola, percorrendo una distanza di circa 45 minuti. Arrivati a Maó, con la Zona Industriale sulla destra, troveremo un incrocio dove svolteremo a destra nella direzione indicata dal cartello "Sant Lluis". Dopo di che, troveremo 7 rotonde, e le prenderemo tutte in direzione del villaggio di Sant Lluis. Una volta arrivati in questa città, svolteremo a sinistra seguendo le indicazioni che dicono "Alcalfar / Binibequer". Si prosegue lungo un ampio viale fino a raggiungere una nuova rotatoria, che si prende in direzione di Alcalfar. Proseguire dritto per circa 3 km fino a quando non si vede un cartello sulla sinistra che dice "Salgar", entrare qui e proseguire dritto fino a raggiungere un ingresso, sempre sulla sinistra, che dice "Camí de Cavalls"; qui si entra e si può parcheggiare l'auto sotto alcuni alberi che si trovano proprio all'ingresso. Vedrete un cartello sul muro che dice "Camí de Rafalet" ed è qui che inizierete l'escursione a piedi.

 

nullInizio dell'escursione che ci porterà a Cala Rafalet​

 

Seguiremo il sentiero, passando prima davanti a diverse case tipiche minorchine appartenenti ai residenti della zona, fino a raggiungere una radura sul lungomare con un grande leccio al centro. Qui il sentiero si restringe in una piccola pista sterrata. Continueremo a camminare fino a raggiungere una nuova radura dove sulla destra vedremo un ingresso nel muro "muro a secco" (un piccolo mucchio di pietre a terra lo indica).

 

nullSulla strada per Cala Rafalet​

 

Entreremo in questo ingresso e scenderemo attraverso un bellissimo bosco fino a raggiungere la piccola insenatura di Rafalet, dove potremo sederci in riva al mare o, a seconda del periodo dell'anno, cogliere l'occasione di nuotare nelle sue acque turchesi.

 

nullVista su Cala Rafalet​

 

Per il ritorno, torneremo indietro per la stessa strada che abbiamo percorso fino a raggiungere il punto in cui abbiamo parcheggiato l'auto. Se abbiamo tempo, possiamo anche approfittare dell'opportunità di visitare la vicina urbanizzazione di Salgar, con le sue pittoresche residenze estive e il suo lungomare, da cui potremo godere di una splendida vista sulla costa meridionale di Minorca.

 

Spiaggia di Talis​

Durata approssimativa: 1 ora e 30 min.
Difficoltà: Bassa.

 

In questa piacevole escursione godremo della piccola spiaggia di Talis, situata sulla costa sud di Minorca. Talis è lunga circa 10 metri e le sue acque sono cristalline e la sabbia è bianchissima, ma la sua principale attrazione è che, essendo situata alla fine della nota spiaggia di Son Bou, è sempre molto tranquilla, anche in agosto, poiché molti visitatori preferiscono rimanere sulla prima spiaggia e non camminare fino a Talis. La strada d'accesso è impressionante, con il contrasto di avere il mare a destra e i "serbatoi" verdi di Minorca a sinistra.

Lasciamo Ciutadella prendendo la strada principale (Me-1) in direzione di Maó. Dopo circa 15 km avremo raggiunto il villaggio di Ferreries e proprio all'inizio delle prime case di questo villaggio, sulla destra vedremo un cartello che indica "Es Migjorn", svolteremo qui ed entreremo in una strada secondaria più stretta (la Me-20) dove guideremo per 6 km fino a raggiungere il villaggio di Es Migjorn Gran. Quando arriveremo, seguiremo la stessa strada, che attraversa il paese, e poi troveremo 1 rotonda che prenderemo nella direzione che indica "Sant Tomàs", presto avremo lasciato il paese e saremo sulla nostra strada (sulla strada Me-18) verso la bella urbanizzazione di Santo Tomàs. Quando ci arriveremo troveremo una rotonda con al centro una scultura a forma di nido, la prenderemo a sinistra e proseguiremo dritti fino alla fine dove si trova l'hotel "Victoria Playa"; qui parcheggeremo l'auto e inizierà l'escursione a piedi. Con l'hotel di fronte a noi, prenderemo il sentiero alla nostra destra e poi entreremo in un piccolo sentiero sulla sinistra, accanto al giardino dell'hotel, che è in realtà un'area verde pubblica e quindi liberamente accessibile. Cammineremo sull'erba fino alla fine dove vedremo un ingresso nel "muro a secco", lo attraverseremo e prenderemo il sentiero che ci porterà a Talis.

 

nullPasso che ci porterà alla spiaggia di Talis. Vi si accede dal giardino dell'hotel Victoria Playa​

 

Inizieremo il nostro percorso su questa bellissima strada sterrata e rocciosa che corre lungo la costa con una vista magnifica. Durante questo viaggio troveremo i pali di legno del "Camí de Cavalls", per cui non c'è possibilità di perdersi. Nel tratto finale passeremo accanto a un ponte di legno e troveremo un cartello del municipio di Es Migjorn Gran che indica che siamo già arrivati alla spiaggia di Talis.

 

nullMagnifica vista del sentiero che ci porterà alla spiaggia di Talis​

 

Qui possiamo sederci sulla sabbia e contemplare la magnifica costa meridionale dell'isola. Se continuiamo oltre, troveremo la spiaggia di "Son Bou", la più lunga di Minorca e anche molto bella, ma questa è urbanizzata.

 

nullLa spiaggia di Talis, sulla costa sud di Minorca​

 

Sulla via del ritorno, ritorneremo con lo stesso percorso per tornare in macchina e da lì torneremo a Ciutadella, passando prima per Es Migjorn Gran e collegandoci con la strada principale all'altezza della città di Ferreries.

 

Sa Cova des Pardals” (Son Xoriguer – Ciutadella)

Durata approssimativa: 1 ora e 30 min.
Difficoltà: Bassa.

 

Possiamo anche prolungare l'escursione alla spiaggia di Son Saura:​

Durata approssimativa: 3 ore andata e ritorno.
Difficoltà: Bassa

 

Questo percorso ci permetterà di scoprire una grotta naturale, conosciuta come "Sa Cova des Pardals", che si raggiunge scendendo alcune scale che appartengono ad una vecchia casa di pescatori. Si trova sulla costa sud-occidentale dell'isola e da lì si può godere di una vista favolosa sul mare. È anche un luogo ideale per fare una nuotata senza affollamento. Anche il sentiero per accedervi dall'urbanizzazione di "Son Xoriguer" è molto bello, quindi la passeggiata sarà molto piacevole.

Uscire dall'hotel lungo il Camí de Sant Joan de Missa e quando si raggiunge la rotatoria alla fine del sentiero, girare a sinistra, seguendo il cartello "Cap d'Artruix". Poi guideremo per circa 12 km e troveremo diverse rotonde che prenderemo sempre in direzione di Cap d'Artruix (ad un certo punto ci collegheremo con la strada Me-24 che ci porterà a questa urbanizzazione). Una volta arrivati alla prima rotatoria proprio all'ingresso di Cap d'Artruix, prenderemo a sinistra seguendo il cartello che dice "Son Xoriguer" e guideremo per circa 10 min. seguendo sempre i cartelli arancioni che dicono "Son Xoriguer". All'ultimo cartello, che è verde e dice "Platja Son Xoriguer", parcheggiare il veicolo e iniziare l'escursione a piedi entrando nella strada di accesso alla spiaggia.

 

nullSegnaletica che indica l'accesso alla spiaggia "Son Xoriguer", inizio del percorso​

 

Una volta sulla spiaggia, e alla nostra sinistra, vedremo un piccolo sentiero di terra e sabbia dove osserveremo i pali di legno che segnano il "Camí de Cavalls", che sarà dove continueremo il percorso, sempre seguendo questi pali lungo un sentiero che costeggia il mare e dove troveremo, quasi all'inizio, un grande cartello verde che indica che siamo sulla strada per "Sa Cova des Pardals".

 

nullSegnaletica che indica "Sa Cova des Pardals", sulla strada per raggiungerla​

 

Dopo circa 30 minuti di cammino, troveremo una casetta bianca con il tetto rosso, situata proprio sul bordo di una scogliera. Accanto ad essa vedremo alcune scale che scendono e che sono quelle che ci portano alla grotta; scenderemo accanto a loro, poiché sono di passaggio pubblico, e avremo la grotta di fronte a noi, con una splendida vista sul mare e sugli scogli. Se il tempo lo permette, possiamo approfittarne per fare un bagno nelle acque calme.

 

null"Sa Cova des Pardals", con accesso diretto al mare​

 

Se vogliamo prolungare l'escursione, possiamo proseguire lungo il sentiero segnato con i pali del Camí de Cavalls. Passeremo attraverso 3 piccole insenature: Cala de Son Vell, Pesquera d'es Comte ed Es Calons; oltre ad alcuni resti talaiotici e vecchie batterie militari per la difesa della costa. Infine, raggiungiamo la spiaggia di Son Saura. Il suo sistema dunare è protetto da corde per evitare il deterioramento da parte dell'uomo.

Per tornare indietro, percorrere lo stesso sentiero, passare di nuovo la spiaggia di Son Xoriguer, salire in macchina e tornare a Ciutadella lungo la strada Me-24, poi prendere la Ronda RC-2 sulla destra e poi entrare nel Camí de Sant Joan de Missa, che vi riporterà all'hotel.

Per fare tutti questi percorsi escursionistici, si consiglia di indossare buone calzature e di fare scorta di acqua, soprattutto nei periodi più caldi dell'anno.

Nel nostro hotel rurale, e per i nostri ospiti, possiamo preparare un picnic da asporto composto da un panino e un pezzo di frutta, in modo da non doversi preoccupare del pranzo, poiché la maggior parte di questi percorsi si trova in luoghi privi di qualsiasi tipo di ristorazione.

Dovete solo chiedercelo al mattino all'ora di colazione.

Una volta scelto il percorso, non possiamo che augurarvi buon viaggio!

 

Continua a leggere